Top 7 momenti più tristi negli anime e manga

Le 7 serie animate con i momenti più tristi

Benvenuti a tutti in questa nuova settimana di aprile, quest'oggi abbiamo deciso di farvi iniziare la settimana al meglio, e credo che non ci sia miglior modo di farlo se non quello di classificare in un top 7 i momenti più tristi presenti negli anime, vi raccomando i vari avvenimenti di cui andremo a parlare potrebbero interessare opere che avete appena iniziato, o che volete iniziare quindi ALLERT SPOILER.

Come sempre prima di iniziare vi ricordo che è possibile dare uno sguardo alle altre classifiche presenti semplicemente cliccando sui link che troverete qua sotto:

7 - La morte di Ace

Iniziamo subito questa top 7 con il botto, credo che mai nessuno si sarebbe potuto immaginare la sconfitta di un personaggio come ACE in One Piece, ma così è stato.

Dopo esser stato liberato a Marineford da Rufy con un piano mai ideato e vari incontri che hanno portato il nostro amato protagonista a ristringere delle alleanze impensabili, il piano per il salvataggio del tanto amato fratello va in fumo, e con lui ACE stesso visto che guidato dalla collera decide di affrontare in uno scontro che gli costerà la vita Akainu, uno dei tre ammiragli.

Il forte dolore causato dalla morte di ACE ha scosso tutta la ciurma di Barba Bianca, e Rufy stesso il quale sia per l'elevato sforzo sia per lo shock subito rimase incosciente per molto tempo.

6 - Il funerale di Maes Hughes

Credo che se non fosse stato per la simpatia, la voglia di vivere, la felicità e l'amore per i propri cari il nostro caro Maes Hughes non sarebbe rientrato nella nostra top 7; ma visto i fiumi di lacrime che sua figlia mi ha fatto buttare al suo funerale credo che sia d'obbligo una meritata sesta posizione.

La sua morte, oltre a stendere emotivamente qualsiasi persona presente e non, è stata un monito soprattutto verso il nostro adorato colonnello Mustang il quale con la celebre fase "Sta Piovendo" in una giornata alquanto soleggiata ha tirato fuori la grinta per portare alla conclusione un mistero che da troppo tempo sta creando non pochi problemi.

5 -  Il desiderio avverato di Menma

Dopo essersi divisi per via della morte di una propria amica, il gruppo di Jintan è pronto a risolvere il desiderio della cara amica Menma la quale ritornata sotto forma di fantasma chiede al protagonista di poterla aiutare ad esaudire il proprio desiderio, che però ha nel corso del tempo dimenticato.

Il giovane ma affiatato gruppo quindi dopo vari battibecchi decide di rimettersi in sesto, e di fare tutto ciò che è nelle loro possibilità affinchè la propria amica possa andare via dal mondo degli umani serena e contenta.



4 - Il dolore di Naruto per la scomparsa di Jiraya

In Naruto le scene tristi sono innumerevoli, l'infanzia di Naruto, la morte dei Genitori, la scomparsa di Asuma etc, ma quella che mi ha colpito di più è senza ombra di dubbio la conseguenza della morte di Jiraya.

Ormai vero e unico sensei di Naruto, Jiraya era per il nostro hokage un punto di riferimento, una persona presente in qualsiasi momento. Questo per Naruto che non aveva un padre è stato un elemento davvero incisivo sia per la sua crescita personale che per la sua capacità in combattimento, e la sua morte ha causato un dolore assurdo a tutti e in particolar modo a Naruto il quale si ritrovò nuovamente avvolto da un vuoto che solo il proprio caro Sensei avrebbe potuto riempire.

3 - Il sacrificio di Caesar in Jojo

Siamo finalmente giunti sul podio e subito al terzo posto ritroviamo una delle morti più tristi presenti nella serie di Jojo, la morte di Ceasar. Nipote di William Zeppelli, Ceasar è uno dei migliori alleati di Joseph Joestar nonché discepolo di Lisa Lisa.

Lo scontro che ha portato alla sua orrenda fine è stato disputato per rabbia, ma anche per poter conquistare l'antidoto che avrebbe salvato l'amico jojo. Una morte quindi non vana che fa scendere molte lacrime a tutti coloro che si faranno trasformare dalla colonna sonora, e dai vari accorgimenti fatti nel corso dell'episodio.

2 - L'ultima partita a Gungi

Al secondo posto invece troviamo la fine di uno dei villain più potenti, orgogliosi e discordanti di tutti i tempi, parliamo di Meruem conosciuto anche come il Re delle formiche chimera in Hunter x Hunter.

Il villain che credo tutti conosciamo per lo spettacolare scontro contro Netero, ha vissuto la propria vita vedendo gli umani come una forma di vita nettamente inferiore. Tutto ciò però entra in disaccordo con la propria forma di pensiero una volta che l'orgoglioso re incontra Komugi, una giovane ragazza ceca con il quale esso disputa una svariata quantità di partite a Gungi " gioco da tavolo strategico per due persone".

Il nostro villain che aveva sempre predominato sugli altri sfidanti con il proprio terrore, vede quest'ultimo essere messo da parte da un sentimento apparentemente nuovo che lo conduce a provare rispetto verso Komugi. Il cambiamento vero e proprio però avviene solo dopo lo spaventoso scontro contro Netero, in cui Meruem capisce la vera caparbietà e la forza di volontà degli umani una volta che Netero stesso decide di farsi auto esplodersi per far attivare la Minature Rose " una delle armi di distruzione di massa più potenti al mondo".

Ormai stanco e sconfitto il nostro Meruem decide di passare gli ultimi attimi accanto alla giovane donna che per tutto questo tempo gli ha fatto compagnia, provando con lui uno strano senso di tranquillità. Il periodo di terrore del re delle formiche chimera si conclude con una scena abbastanza triste, in cui il veleno in circolo ormai nel corpo del villain infetta anche la dolce Komugi, che però decide lo stesso di passare i suoi ultimi attimi di vita insieme all'adorato re.

1 - L'orrendo destino di Miki in Devil Man

Siamo infine arrivati al primo posto del podio e credo che a meritarselo sia una delle scene più tristi e allo stesso più incisive mai avvenuto nel mondo degli anime, parliamo di Devil Man e più precisamente dell'orrenda fine di Miki.

Per chiunque non lo sapesse Devil Man è una delle opere più belle di Go Nagai, serializzata e racchiusa per la prima volta in 5 tankobon nel 1972-1973. La trasposizione animata venne trasmessa negli stessi anni, ottenendo un successo mondiale mai visto prima.

Devil Man è un'opera particolare che racchiude molte scene cruente, ma che tendono a far riflettere chi sta guardando l'anime. La scena precisa di cui andremo a parlare oggi è quella del ritrovamento di Miki, giovane e bella ragazza che dopo l'unione di Akira con Amon si innamora del nuovo carattere del protagonista.

Ciò che più rimane impresso in questa scena, non è di per sè il ritrovamento del corpo maciullato di Miki, ma la crudeltà e la vera malvagità presente nel mondo che in sostanza non risiede nei demoni ma nel cuore delle persone. Vediamo infatti un Akira affranto, distrutto, che per estrema rabbia da fuoco e uccide tutti coloro che hanno deciso di toccare la sua donna.

La scena già di per sè cruenta nella versione originale dell'opera, viene trasposta in maniera più empatica con il remake Devil Man Crybaby dove la giovane donna nell'attimo prima di morire intravede il suo amato Akira, una visione però effimera che degenera poi nella contentezza delle persone che felici ammirano il corpo della giovane impalata, e li grazie anche ad un doppiaggio davvero epico fornitoci da Jacopo Calatroni si può ammirare la vera essenza di Devil Man, un uomo demone che però racchiude in se un cuore umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *