Top 5 combattimenti in Dragon Ball

Facciamo un tuffo nel nostro passato da bambini e rivediamo con la mente critica di adulti (forse) i migliori combattimenti dall'anime di toriyama

Chi come me ha avuto la fortuna di nascere nell'ultimo decennio dello scorso millennio, sarà sicuramente cresciuto a pane e Dragon Ball.

Ricorderete sicuramente l'ansia al ritorno da scuola di non riuscire ad arrivare in tempo. La tristezza per la fine di una puntata che ti assaliva perché dopo una serie di urla disumane e spiegazioni non era successo niente, oltre al fatto che la fine di Dragon Ball significava dover tornare a fare i compiti.

Per tutta una serie di ragioni, sia qualitative che affettive, l'anime di Toriyama ha segnato più generazioni. Ognuno l'avrà amato per diversi motivi e avrà legami con personaggi o avvenimenti particolari. Per questo motivo scegliere e classificare i migliori combattimenti è stata un’impresa veramente ardua.

Il miglior modo per fare la top 5 dei combattimenti in Dragon Ball (limitandomi alla prima serie e a Dragon Ball z) è stato, dunque, chiudere gli occhi, tornare bambino e ripercorrere ciò che mi ha dato le emozioni più forti per poi riguardare quelle scene con gli occhi dell'adulto (parola grossa) che sono oggi.

Mi perdonerete quindi se non corrisponderà al 100% con le vostre idee, ma sono apertissimo a critiche e suggerimenti nei commenti. Bando alle ciance e cominciamo!

Ultima cosa prima della classifica, vi invito come sempre a dare un'occhiata alle altre classifiche presenti nel nostro sito:

5 - Goku (e il resto del mondo) vs Majin Bu

Dragon Ball

Sembrerà strano che la fine di dragon ball (Z) sia l'ultima nella mia classifica, ma se vado a ripercorrere la saga l'emozione principale che provo rivedendo questo scontro è la malinconia per la fine dell'opera. Una malinconia simile l'ho provata solo finendo la saga di Harry Potter. L'uno ha segnato la fine della mia infanzia, l'altro quella della mia adolescenza.

Ma a livello di tensione, di pathos, di ansia che ti fa battere forte il cuore e drizzare il... scusate, l'adulto mi sa che ha preso il sopravvento sul bambino. Dicevo, tutte queste componenti le ho ritrovate più forti in altri momenti dell'anime piuttosto che nella sua conclusione.

Inoltre ricordo che da bambino mi fece storcere parecchio il naso il fatto che Goku avesse avuto bisogno dell'aiuto di Mr. Satan per sconfiggere Majin Bu. Non solo, ma l'inetto si prese anche il merito di aver salvato la terra.

Col senno di poi questa scelta non mi sembra poi così malvagia, anzi. Ma si sa, da bambini si vive tutto molto più spontaneamente, non si fanno analisi di sorta sulla dietrologia e sul significato profondo delle scelte narrative. Per me Mr. Satan era un antipatico buffone che si prendeva il merito di cose in cui non c'entrava minimamente (ricorda qualche personaggio della politica italiana effettivamente).

Majin Bu, inoltre, sarà stato anche il villain più forte ma, per tutta una serie di motivi dovuti al suo buffo aspetto e al fatto che le sue trasformazioni, sebbene l’aumento di potenza, perde la sua personalità, diviene difficile da temere e regge difficilmente il confronto con altri villain come Cell o Freezer.

Nonostante ciò, questo scontro rientra comunque tra i miei top 5, quindi non stiamo parlando di uno scontro che ha deluso soltanto, ce ne sono altri quattro che nel mio cuore da bambino e nella mia mente da adulto meritano però un piazzamento più alto.

4 - Gohan vs Cell

Dragon Ball

In Dragon Ball Z Cell sicuramente è stato un nemico di tutto rispetto. L'essere perfetto, colui la cui ascesa sembrava veramente inarrestabile. Ovviamente è stata arrestata, perché alla fine il bene deve trionfare sempre, ma a quale prezzo? Addirittura il nostro protagonista si sacrifica e ci rimette la vita.

Diciamoci la verità, la morte in Dragon Ball, a causa della presenza delle sfere del drago, era qualcosa che si prendeva molto alla leggera. Anche da bambini ci si diceva “vabbè tanto muore ma poi ritorna”. Avevamo persino la possibilità di vedere l'aldià. Ma quel sacrificio di Goku è riuscito per un attimo a farci dimenticare di questo particolare.

Se mi concentro e ripenso a quella scena le lacrime e il grido del giovane Gohan risuonano ancora nella mia testa. E ciò che lo rende ancora più epico è la sua inutilità! Cioè, più che altro la sua parziale inefficacia. Perché sì, Goku ha evitato che la terra venisse distrutta, ma quello di Cell non era un vero sacrificio.

Tuttavia il suo ritorno è solo un preludio alla sua vera fine per mano del figlio del nostro protagonista. La scena finale della Kamehameha padre e figlio mette veramente i brividi. Il me bambino fu veramente contento nel vedere Gohan annichilire quel mostro, per diverse ragioni.

In primo luogo perché non era Goku. Si, è vero, eravamo tutti affezionati al nostro sayan, ma vedere un personaggio non protagonista prendersi la scena è sempre una cosa che fa piacere. Per di più era un ragazzino che, non poco tempo prima, sul pianeta Namec era stato umiliato più volte.

L'abbiamo visto crescere in maniera esponenziale e non esprimere tutto quel potenziale accumulato sarebbe stato davvero un peccato. Diventa molto facile immedesimarsi in un ragazzino underdog, piuttosto che nel protagonista principale che nove volte su dieci batte il nemico più forte.



3 - Goku vs Il grande mago Piccolo (Al Satan)

Dragon Ball

È stato veramente complicato riuscire a decidere, ma non potevo mettere questo scontro più in baso dell'ultimo gradino del podio, perché è il primo vero scontro serio che Goku affronta in Dragon Ball. È  il preludio al cambiamento nello stile narrativo che Toriyama affronterà definitivamente con Dragon Ball Z.

Io considero Al Satan, come è stato ribattezzato nella versione italiana dell'anime, il primo vero villain della saga. Già sento le voci che si alzano indignate: “Ma come! E allora Pilaf?”

Ok, d'accordo, Pilaf è dal punto di vista cronologico il primo cattivo della saga, ma volete seriamente farmi credere che voi, anche con tutta la vostra ingenuità da bambini, avete mai considerato Pilaf come una vera minaccia? Pilaf è una macchietta ed è ancora un personaggio legato al vecchio stile di Toriyama, quello di Doctor Slump e Arale per intenderci.

La prima vera minaccia, il primo villain che fa veramente danni, a causa del quale muoiono diverse persone, è sicuramente il grande mago Piccolo. Riesce addirittura a diventare il re del mondo, anche se per un periodo di tempo relativamente breve.

Pensateci, quale altro personaggio è riuscito a realizzare la propria ambizione più grande? Freezer voleva diventare il re dell'universo e non ce l'ha fatta. Cell voleva diventare l'essere perfetto, e non c'è riuscito. L'unico che, seppur prima di essere sconfitto, ha realizzato in pieno la propria ambizione è stato Al Satan.

Ed è questo che rende incredibilmente epica la sua sconfitta per mano di Goku. La sua escalation, l’essere riuscito a diventare sempre più forte a forza di commettere omicidi e tradimenti, l’essere diventato re del mondo, lo faceva sembrare inarrestabile.

Non aveva fatto i conti però con la determinazione del giovane sayan.

Il nostro Goku, distrutto ma mai domo, si trasforma in una palla di cannone umana (meglio di quanto il miglior Guybrush Threepwood avrebbe mai potuto fare) e trapassa Piccolo da parte a parte. La soddisfazione che dà quella scena è stata superata da pochissime altre.

Quando un cattivo è costruito così bene da farsi odiare tanto, la sua sconfitta rilascia una scarica di dopamina eguagliabile solo dalle droghe più pesanti. Senza però gli effetti collaterali.

Quindi in sostanza, no alle droghe, sì a Dragon Ball.

2 - Majin Vegeta vs Goku

Dragon Ball

No, non è un caso che qui il nome di  Goku sia messo dopo. Per gli altri titoli ho messo sempre prima quello di Goku o dopo degli altri protagonisti perché si sa, prima il cattivo poi il buono. Ma qui non c'è cattivo e buono, qui la lotta a voler essere specifici non è neanche tra Vegeta e Goku, ma tra Vegeta e se stesso.

Ricordo un mix di emozioni difficili da identificare e descrivere nel vedere questo scontro: delusione nello scoprire che vegeta si era fatto soggiocare dal mago Babidy, rabbia nello scoprire che l'aveva fatto volontariamente, tristezza nel vedere il suo accanimento contro Goki, orgoglio nello scoprire che nonostante tutto non si era piegato alla volontà del nemico.

Compassione nel vedere la sua frustrazione nei confronti dell'eterno amico-nemico… Dolore, infine, misto a stima, nel vedere il suo sacrificio. Il sacrificio inutile sembra essere una costante in Dragon Ball, ma poiché alla fine il personaggio che si sacrifica poi ritorna, in realtà ha valore quasi sempre catartico, di purificazione e trasformazione.

Vegeta aveva bisogno di morire e rinascere, aveva bisogno di dare sfogo alla rabbia e alla frustrazione repressa che si portava dietro da quando aveva scoperto che il prescelto dei Sayan era Goku e non lui. Aveva bisogno di affrontare i suoi demoni, a costo di fare l'impensabile, concedersi al nemico.

Eppure, il suo orgoglio e la sua dignità sono così forti, che neanche la forza magica di Babidy riesce a soggiogarlo completamente. Quello che noi crediamo essere l'impulso della magia di Babidy, non è altro che l'impulso degli istinti repressi del principe dei sayan ferito. Un principe che sa di non poter mai diventare re, perché ci sarà sempre Goku davanti a lui.

Un po' come Carlo d’Inghilterra e la regina Elisabetta II.

1 - Goku vs Freezer

Dragon Ball

So di seguire la massa, di essere mainstream, tutto quello che volete, ma ragazzi io la mia prima vera erezione l'ho avuta non guardando un paio di tette su uno schermo o su un giornale, ma al grido "non avresti dovuto, è stato un errore" della voce di Goku interpretata dall'indimenticabile Paolo Torrisi.

Siamo onesti, se quella di Freezer è la saga più acclamata e osannata da tutti ci sarà un motivo. Un cattivo costruito magistralmente, fatto di pura malvagità, che non ha un motivo per essere malvagio se non il fatto di esserlo per natura. Malvagio a tal punto da distruggere interi pianeti per divertimento, un villain che se non lo odi vuol dire che hai qualche problema di sociopatia.

Sembra imbattibile Frezeer, quando pensi che sia stato superato tira fuori un'altra trasformazione dal cilindro, e ogni trasformazione oltre ad essere graficamente appagante, lo rende incredibilmente più forte.

L’ansia che cresce ad ogni puntata e, anche alla fine, quando sembra sconfitto, Freezer si rialza. Perfino dopo la sfera Genkidama, che si rivela essere un fallimento, e lo sconforto ti assale come mai prima nella saga. Cosa mai potrebbe uccidere un mostro del genere? Poi Crillin esplode come un botto di capodanno e lì capisci che qualcosa sta per cambiare.

Innanzitutto perché la morte del piccolo pelato è sempre preludio di vittoria, perché si sa, tanto poi verrà resuscitato dalle sfere del drago. Ma, soprattutto, perché qualcosa nello sguardo di Goku inizia a cambiare e fulmini e saette invadono l'area circostante: “È stato un errore!".

Goku si trasforma e noi bambini, e i meno bambini, godiamo. Godiamo e ci disperiamo perché la puntata finisce così. Ma sappiamo benissimo come andrà a finire di lì a poco. Ormai non c'è trasformazione che tenga, Freezer farà una brutta fine ed è giusto così.

Speriamo solo che domani non ci sia traffico al ritorno da scuola, perché se non vedo la prossima puntata poi sarò io a dire a mamma "non avresti dovuto, è stato un errore!". Naturalmente, a differenza di Goku, quello che mi aspetta poi saranno due pantofole tirate ben precise in fronte. Ma questa è un'altra storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *