Record of Ragnarok: nuove informazioni sull’anime

Nuove informazioni sul cast e sulla theme song della serie in arrivo nel 2021

Novità riguardanti l'adattamento anime del manga scritto da Takumi Fukui e Shinya Umemura e disegnato da Chika Aji: Record of Ragnarok!

Lo staff ha confermato nella giornata di oggi 12 membri del cast, una key visual e la sigla di chiusura che sarà presente nella prima stagione.

Il cast appena annunciato include:

  • Sōma Saitō come Adam
  • Yukihiro Nozuyama nel ruolo di Heimdall
  • Junichi Suwabe nel ruolo di Hermes
  • Kazuhiro Yamaji nel ruolo di Kojiro Sasaki

  • Takahiro Sakurai nel ruolo di Poseidone
  • Sho Hayami nel ruolo di Odino
  • Tatsuhisa Suzuki nel ruolo di Shiva

  • Rie Tanaka nel ruolo di Afrodite
  • Hinata Tadokoro nel ruolo di Ares
  • Yoshitsugu Matsuoka nel ruolo di Loki



  • Taisuke Nakano come Huginn
  • Tomohiro Yamaguchi come Muninn

Lo staff di Record of Ragnarok vede alla regia Masao Ookubo (Onegai My Melody Yū & Ai, Gekijōban PriPara: Mi~nna de Kagayake! Kirarin Star Live) e Kazuyuki Fudeyasu (Bungo Stray Dogs Wan!, By the Grace of the Gods) si occupa della sceneggiatura. Il character design è stato affidato a Masaki Saito e Yasuharu Takanashi (Fairy Tail, Boruto: Naruto Next Generations) compone le musiche.

Per quanto riguarda le canzoni di apertura e chiusura della serie: SymaG (Digimon Universe: Appli Monsters, Shōnen Ashibe GO! GO! Goma-chan, Bakutsuri Bar Hunter) will perform the ending theme song “Fukahi" (Inevitable).

Prima di lasciarvi alla key visual, vi ricordiamo che potete trovare sul nostro sito:

La trama di Record of Ragnarok

Ogni 1000 anni gli dei si riunisco al Congresso del Valhalla e  questa volta, votato all'unanimità per l'estinzione della razza umana!

Le uniche a opporsi al voto sono le Valchirie, la cui leader, Brunilde, ricorda agli dei che in casi del genere è concessa all'umanità un'ultima possibilità, rappresentata dal torneo del Ragnarok: tredici combattenti umani e tredici combattenti divini devono darsi battaglia fino alla morte in un'arena. La prima fazione che riesce a ottenere sette vittorie è considerata la vincitrice.

Se l'umanità perde, il suo destino è deciso, ma se vince, può vivere per altri 1000 anni. Coloro che vengono sconfitti nel Ragnarok vedono le loro anime ridotte in cenere e inviate a Niflhel, il regno nordico della nebbia, interrompendo il ciclo di reincarnazione, portando di conseguenza alla morte permanente dello spirito.

Comincia così una serie di combattimenti dove grandi uomini della storia affrontano gli dei per la salvezza dell'umanità sfruttando il potere e il legame con le Valchirie noto come Volund.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *