Troppo facile amarti in vacanza

Eccoci ritornati nuovamente con una nuova recensione! Quest'oggi a farla da protagonista è Troppo facile amarti in vacanza, opera editata da Bao Publishing

In corso

Foto

Eccoci ritornati nuovamente con una nuova recensione! Quest'oggi a farla da protagonista è Troppo facile amarti in vacanza, un'opera creata dal fumettista italiano Giacomo Bevilacqua, edita dalla casa editrice Bao Publishing.

Troppo facile amarti in vacanza verrà rilasciato sullo store online, e in tutte le migliori librerie a partire dal 13 maggio; noi abbiamo avuto modo di ottenerlo in anteprime e di poterlo analizzare e recensire per voi.

Prima di lasciarvi alla trama di questo stupendo fumetto, come sempre vi ricordiamo che attraverso i link sottostanti è possibile dare un'occhiata alle varie recensioni presenti sul sito:

La trama di Troppo facile amarti in vacanza

Tanti narratori raccontano il mondo dopo l’apocalisse. Giacomo Bevilacqua lo racconta mentre l’apocalisse sta avvenendo, ed è un fenomeno lento, silenzioso e inquietante.

Più che un libro distopico, un libro sulla disillusione, raccontata attraverso il lungo viaggio a piedi da sud a nord di una ragazza e del suo cane, in un’Italia via via sempre più sommersa dall’acqua.

Sguardo approfondito

Un futuro ritorno al passato? o una sensazione di regressione ormai avvenuta? l'opera di Bevilacqua ci da il benvenuto al suo interno facendoci porre queste domande, che sono istintive guardando il Colosseo ormai sommerso dalla natura.

L'opera segue un trama narrativa che tende a crescere ogni tavola sempre di più, le vicende narrate al suo interno hanno come protagonista Linda, una giovane ragazza che decide con zaino in spalla e un fidato amico a 4 zampe, di lasciare la sua abitazione per ritrovare il paese che un tempo era stato la sua casa.

Inizia così un viaggio che definirei alquanto particolare e a volte grottesco, ma soprattutto reale. I temi che vengono trattati all'intero di Troppo facile amarti in vacanza



pongono una sottilissima linea che divide in due parti l'opera: da una parta abbiamo la realtà di tutti i giorni, mentre dall'altra abbiamo l'immaginario dell'autore che ci presenta i vari problemi sotto forma di allegoria che affliggono l'Italia, se non il mondo intero, negli ultimi anni.

Molti quindi a questo punto potrebbero pensare che il viaggio di Linda, sia solo un pretesto per scappare da ciò che più di c'è di marcio nel suo paese, ma non è così.

Fin dall'inizio la ragazza attraverso il messaggio annotato sulla porta prima di partire, ci fa capire che il futuro va costruito un giorno alla volta, perché non esistono certezze al di là del fatto che il sole sorgerà anche domani.

Ed è proprio per questo che la nostra protagonista decide di lasciare la propria porta di casa aperta a tutti coloro che ne avessero bisogno, nella speranza di un futuro migliore per tutti.

Cosa ne pensiamo

L'opera di Giacomo Bevilacqua ci ha lasciato di stucco, la rappresentazione moderna dei problemi che attualmente affliggono l'Italia funge da monito per tutti.

E un opera atta a farci pensare, ragione, e capire su cosa poterci migliorare all'interno di un sistema che ormai tende ad essere sempre più superficiale e marcio, un sistema dove la rappresentazione surreale di noi stessi tende ad essere più importante della realtà stessa. Il disegno, così come la struttura, sono realizzati ad hoc. I vari dettagli grafici, e i vari simbolismi presenti all'interno della narrazione rendono Troppo facile amarti in vacanza, una lettura appagante e delle volte complessa qualora decidessimo di soffermarci a pensare su ciò che l'autore ci vuole trasmettere.

Troppo facile amarti in vacanza sarà disponibile come già detto nei paragrafi precedenti a partire dal 13 maggio, e il nostro consiglio è quello di acquistarlo il prima possibile, poiché fumetti di questo genere sono pochi ma soprattutto rari.

Giacomo Bevilacqua

Data l'elevata importanza dell'autore, e dai notevoli obbiettivi ottenuti, abbiamo deciso di dedicare un paragrafo sulla vita e i traguardi raggiunti da Giacomo Bevilacqua.

Giacomo Keison Bevilacqua (classe 1983) inizia la sua carriera di fumettista come disegnatore per Editoriale Aurea nel 2006, nel 2008 crea A panda piace (instagram.com/apandapiace ) che gli vale un premio Micheluzzi come miglior fumetto online. Nella sua carriera ha scritto testi comici per teatro e tv, creato cortometraggi animati di A Panda Piace trasmessi da La7, ha avuto una rubrica fissa su Wired.it e una su multiplayer.it, pubblicato oltre 20 libri di A Panda Piace con edizioni Bd, Gp publishing e Panini comics, e le vignette di Panda si trovano ogni anno anche sul diario Smemoranda. Per editoriale Aurea prima, e Panini poi, ha scritto e disegnato Metamorphosis, un urban fantasy ambientato a Roma.

Nel 2016 per BAO Publishing pubblica il suo primo graphic novel a colori: Il suono del mondo a memoria, che vince il “Premio lettori Feltrinelli” ai Gran Guinigi del Lucca Comics 2017. Nel 2017 esce il suo secondo graphic novel a colori intitolato Lavennder, una storia horror edita dalla Sergio Bonelli Editore. A Maggio 2018 inizia il suo percorso con A panda piace per la casa editrice Feltrinelli, con cui collabora attualmente e con cui ha pubblicato due libri.

Nel 2019 esce Attica, per la Sergio Bonelli Editore, una saga in 6 volumi scritta e disegnata nel corso di due anni, dalle tematiche attuali e da uno stile e un formato che strizzano l’occhio al manga. Attica si aggiudica il premio Gran Guinigi come Miglior Serie a Lucca Comics 2020. A maggio 2021 pubblica il suo secondo graphic novel a colori per BAO Publishing, intitolato Troppo facile amarti in vacanza. È molto attivo sui social network e potete trovarlo su instagram ai profili @keison22 e @apandapiace

Editore in Italia
Bao Publishing
Autori
Giacomo Bevilacqua

Nazionalità:
Italiana
Numero volumi:
1
Data pubblicazione:
13/05/2021
Data pubblicazione in Italia:
13/05/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *