Deprecated: wp_make_content_images_responsive è deprecata dalla versione 5.5.0! Al suo posto utilizza wp_filter_content_tags(). in /home/customer/www/otakunewsworld.com/public_html/wp-includes/functions.php on line 5083

The Seven deadly Sins

Meliodas e i compagni dei Seven Deadly Sins nella nostra recensione manga settimanale!

In corso


Notice: Undefined variable: galleria_video in /home/customer/www/otakunewsworld.com/public_html/wp-content/themes/newscard-child/template-parts/content-recensioni-manga.php on line 175
Dove acquistarlo

Ritorniamo come ogni giovedì sera con una delle nostre recensioni manga! Questa volta come avrete capito dal titolo andremo a parlare del manga di The Seven Deadly Sins!

L’opera, il cui titolo originale è Nanatsu no Taizai è stata scritta e disegnata da Nakaba Suzuki e serializzata sulla rivista Weekly Shonen Magazine, appartenente alla casa editrice Kodansha, dal 2012.

Dal successo del manga poi, nel 2014, grazie allo studio di produzione A-1 Pictures, è stato creato un adattamento animato, che poi ha continuano la sua produzione fino ad arrivare a quattro stagioni. In Italia, i diritti del manga sono stati acquistati dalla Star Comics, mentre è possibile guardare gli episodi (anche con doppiaggio italiano) sulla piattaforma streaming di Netflix!

Prima di raccontarvi la trama, ecco altre interessanti recensioni manga che potete trovare sul nostro sito:



La trama di Seven Deadly Sins

I protagonisti della storia sono i Seven Deadly Sins, un gruppo di cavalieri considerati i più potenti guerrieri della regione della Britannia; ogni componente del gruppo rappresenta uno dei sette peccati capitali, che gli venne affibbiato per una colpa da loro commessa in passato. Il gruppo però si sciolse dopo che vennero accusati di cospirare per rovesciare il regno di Lionesse, uccidendo il gran cavaliere sacro, Zaratras. La loro presunta sconfitta avvenne per mano dei cavalieri sacri del regno.

Esattamente dieci anni dopo questo evento, i cavalieri sacri organizzarono un colpo di stato, catturano il re e diventano i nuovi governanti del paese. La figlia più giovane del re, Elizabeth, non ha altra scelta se non quella di fuggire dal castello e mettersi alla ricerca dei Seven Deadly Sins, che come poche altre persone del regno non crede alla loro colpevolezza, con la speranza che siano davvero vivi e che siano disposti ad aiutarla.

Sguardo Approfondito

Arrivati a questo punto, dopo avervi parlato della trama, iniziamo con analizzare con uno sguardo più approfondito l'opera: in Seven Deadly Sins, l’idea di base che fa partire il tutto è molto semplice, come succede comunque per quasi tutti i generi shōnen, e lo sviluppo di tutta la storia riesce in qualche modo a fare incuriosire il lettore.

Purtroppo però bisogna dirlo, con l'andare avanti dei capitoli (soprattutto verso metà storia) ci si trova davanti a un'opera che mette insieme troppe idee, colpi di scena e una storia che in certe occasioni non è all'altezza delle aspettative.

Insieme a tutte queste idee c'è spazio per una storia d'amore, tra due esseri così diversi, che fa scattare tutto il meccanismo su cui si basa la trama iniziale (e non andiamo oltre per non incombere in spoiler!). In definitiva, si sarebbe potuto fare di meglio con l'evoluzione della trama, che pecca con questa scelta artistica di inserire troppe idee.

Molti degli scontri poi, finiscono nella banalità, visto che c’è una così elevata differenza di forza, che lo scontro è già deciso dal primo momento e non arriva quella suspense che ci si potrebbe aspettare, anche se alcuni dei combattimenti che si vedranno nel corso dei capitoli sono ben strutturati e disegnati.

I personaggi all'interno di Seven deadly Sins, sia principali che secondari, sono ben caratterizzati e durante tutti i capitoli conosciamo la storia del loro passato che si intreccia a quello degli altri.

Cosa ne pensiamo di Nanatsu no Taizai

Seven deadly Sins non è un cattivo prodotto, ma dargli troppe lodi sarebbe sbagliato. È una buona storia, con buoni personaggi che però non riesce ad arrivare come vorrebbe al cuore di tutti i lettori.

La trama, che come detto nel paragrafo precedente, aggiunge troppe idee tutta in una volta e con delle "love story" che poi coinvolgono molti dei personaggi della storia, sono forse troppo smielate per uno shōnen, e potrebbero annoiare col passare del tempo.

Per concludere, il manga di Nanatsu no Tazai è un discreto manga shōnen, che consigliamo di leggere se non si cerca nulla di realmente "potente".

Dove acquistarlo

Editore
Kodansha
Editore in Italia
Star Comics
Autori
Nakaba Suzuki

Nazionalità:
Giapponese
Numero volumi:
39
Data pubblicazione:
10/10/2012
Data pubblicazione in Italia:
02/04/2014


Notice: Undefined variable: stagioni_episodi in /home/customer/www/otakunewsworld.com/public_html/wp-content/themes/newscard-child/template-parts/content-recensioni-manga.php on line 495

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *