Futagashira vol.1

la nostra recensione manga dedicata all'ultimo arrivato in casa BAO Publishing

In corso

Dove acquistarlo

Eccoci ritornati con una nuova recensione manga con protagonista questa volta: Futagashira, opera creata da Natsume Ono.

Natsume Ono disegna da sempre manga. Nel 2001 decide di fare un viaggio-studio in Italia, per imparare la lingua e conoscere la cultura e i comportamenti dei suoi abitanti.

Dopo il soggiorno bolognese, torna in Giappone per debuttare ufficialmente nel 2003 con il web-manga 5banme no heya (La quinta camera, Jpop).

Nel 2004 realizza Not simple, un’avventura on the road dall’Australia all’America, mentre nel 2005 Ristorante Paradiso e il seguito Gente sanciscono il successo dell’autrice anche sul panorama internazionale, insieme allo slice of life storico Sarai-ya Goyō, di cui Futagashira rappresenta il prequel.

Prima di iniziare a parlare della trama di Futagashira, di seguito ecco alcune delle nostre recensioni dedicate ai volumi editi dalla BAO Publishing:

La trama di Futagashira

Qualcosa sta cambiando, nella banda di cui fanno parte Benzo e Souji. Quando il vecchio capo passa a miglior vita, non vengono presi in considerazione per i ruoli più importanti, così decidono di lasciare il gruppo e di tentare la fortuna da soli.

Sentono di essere destinati a compiere qualcosa di grande, anche se ancora non sanno cosa sarà. Una storia di amicizia tra due persone diversissime, di inganni sottili e truffe rocambolesche, sullo sfondo del Giappone dell’epoca Edo, raccontato con un segno sublime e con ironia lieve, ma pungente, da Ono Natsume, una delle mangaka più importanti della sua generazione.



Sguardo approfondito

Abbiamo appena visto la trama e come sempre ora passiamo ad analizzare più nel dettaglio tutte le sfumature dell'opera:

appena finito il volume, resta quella voglia matta di scoprire il continuo della storia dei due protagonisti, perché l'autrice è riuscita a costruire una trama molto appassionante e ben strutturata, che dopo le prime pagine è un crescendo di curiosità.

I protagonisti principali, Benzo e Souji, fin dalle prime pagine risultano essere molto carismatici e con una caratterizzazione molto forte, che non può che farti apprezzare il loro modo di fare e di pensare.

Potrebbe creare un po' di confusione in questo primo volume come viene narrata la storia, ma non c'è da preoccuparsi, visto che successivamente si riesce a trovare un filo logico.

Gli "antagonisti" presenti nella storia, non sono ancora riusciti a far vedere il loro vero potenziale e sicuramente saranno approfonditi successivamente durante gli altri volumi dell'opera, però sarebbe stato molto interessante avere altre informazioni a riguardo.

Spostiamo l'attenzione solo per un momento allo stile grafico dell'opera, per dire che in qualche occasione è probabile che il lettore si possa sentire confuso a riguardo, visto che non sempre si riesce a capire bene la differenza tra i vari personaggi.

Cosa ne pensiamo di Futagashira

Leggere questo primo volume è stato davvero un piacere. Natsume Ono è riuscita a creare una storia davvero molto scorrevole e che riesce ad appassionare pagina dopo pagina.

Ancora per ovvi motivi, non sappiamo molto sull'evoluzione e sulla piega che prenderà la storia di Benzo e Souji ma alla fine di questo primo volume, possiamo semplicemente dire che non vediamo l'ora di scoprire cosa succederà alla coppia di amici.

Consigliamo la lettura a tutti quegli appassionati che cercano qualcosa di diverso rispetto ai soliti manga e con argomenti più maturi. Tutti quelli che amano il genere storico inoltre, non dovrebbero farsi scappare la lettura del primo volume di Futagashira.

Prima di concludere, questa volta vorrei fare una piccola precisazione: anche se ho apprezzato la storia, ho messo questo voto (che vi ricordo, lo trovate a inizio articolo) perché vorrei capire meglio l'andamento della storia e i vari personaggi che troviamo.

Dove acquistarlo

Editore
Shogakukan
Editore in Italia
Bao Publishing
Autori
Natsume Ono

Nazionalità:
Giapponese
Numero volumi:
1
Data pubblicazione:
25/05/2011
Data pubblicazione in Italia:
28/10/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *