Don Dracula

Bentornati a tutti all'interno di questa nuova recensione manga settimanale, quest'oggi andremo a scoprire di più su Don Dracula

Terminata

Bentornati a tutti in questa nuova recensione manga settimanale, quest'oggi andremo a recensire un'opera edita da J-Pop davvero molto interessante, stiamo parlando di Don Dracula.

Scritta per la prima volta dal Bram Stoker nell'ormai lontano 1897, Dracula è un opera che ha mutato nel corso degli anni la proprio figura, il proprio scopo, e perché no anche il carattere, proprio come all'interno della storia rielaborata da parte di Osamu Tezuka, ove il nostro protagonista Dracula è esilarante!

Prima di proseguire con l'analisi della trama, come sempre vi ricordo che attraverso i link sottostati è possibile dare un'occhiata alle varie recensioni presenti sul sito:

La trama di Don Dracula

In questo romanzo, il conte 



Dracula, e sua figlia Chocolat, in seguito al loro trasloco, si ritrovano a vivere in Giappone , con tanto di casello, e fedele ma anche mostruoso servitore, Igor.

Il mondo moderno si rivela poco adatto ad un vampiro vecchia scuola, alla ricerca di giovani e belle vergini a cui succhiare il sangue, e con difficoltà è costretto ad adattarsi ad un tipo di vita completamente diverso da quello cui era solitamente abituato a vivere.

Dracula inoltre, è tenuto ad affrontare anche le problematiche adolescenziali derivanti dalla voglia della piccola Chocolat di avere una vita normale, e quanto più vicina a quella degli esseri umani tanto detestati dal padre.

Oltre alle archetipiche paure dei vampiri (aglio, croci, luce del sole, paletti di legno), all’app ello non manca neanche la figura di Van Helsing (indomito cacciatore di vampiri), che ahimè, soffre di emorroidi!

Ha seguito le tracce del suo più acerrimo nemico nella nuova patria, e si è fatto assumere come insegnante nella scuola serale frequentata da Chocolat!.

Struttura dell'opera

Don Dracula è un manga composto da episodi autoconclusivi, dinamici, leggeri, divertenti e mai troppo pesanti.

Le storie, pur avendo dei piccoli momenti drammatici e paurosi, sono ricche di situazioni comiche, che vengono utilizzate al meglio in determinati momenti della storia per sdrammatizzare e alleggerire l'atmosfera.

I nostri due vampiri, più che incutere terrore, fanno ridere a crepapelle. I loro caratteri, quasi sempre in conflitto, portano i nostri due protagonisti a vivere vari momenti divertenti e inaspettati, che però si concludono con dei dolci lieti fini.

A differenza di molte delle opere di Tezuka, Don Dracula ha un tono decisamente più comico e demenziale e ci mostra un conte Dracula molto più pervertito del feroce vampiro che siamo abituati a conoscere.

Il disegno è molto semplice, ma di forte impatto, e la mimica facciale che riesce a dare ai personaggi è davvero efficace. Il tratto è molto classico, seppur con qualche minima innovazione. I temi che scaturiscono dall’opera sono vari: la discriminazione, l’affetto paterno, l’amicizia e sono sempre trattati in modo magistrale senza mai banalizzare.

Cosa ne pensiamo

Don Dracula, a differenza del nome che potrebbe portare all'immaginario di un genere horror, è un'opera adatta per tutte le età. Il romanzo in questione funziona davvero molto bene, poiché accompagna in maniera fluida e senza stacco momenti particolari con gag divertenti che riescono, come già detto nei paragrafi precedenti, a rilassare l'atmosfera rendendo la lettura leggere e facile.

Editore
Weekly Shonen Jump
Editore in Italia
J-POP

Nazionalità:
Giapponese
Numero volumi:
2
Data pubblicazione:
28/05/1979
Data pubblicazione in Italia:
16/04/2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *