Arrivare a te – Kimi ni todoke

L'amore ai tempi della scuola superiore, tra momenti di gioia e scelte di vita

Terminata

Dove acquistarlo

Questa settimana, per la nostra recensione manga, abbiamo deciso di parlare di un’opera Shōjo: Kimi ni Todoke, conosciuto in Italia con il titolo di Arrivare a te.

L'opera è stato scritta e disegnata da Karuho Shiina e pubblicato in Giappone dal 2006 al 2017 sulla rivista Bessatsu Margaret di proprietà della casa editrice Shūeisha, i capitoli sono stati raccolti poi in versione tankōbon in 30 volumi. Il manga è riuscito a vincere il premio Kodansha nella categoria Shōjo nel 2008. Di Kimi ni Todoke esiste anche un adattamento anime, diviso in due stagioni. In Italia il manga è stato distribuito prima da Planeta DeAgostini, che ha interrotto la pubblicazione al sesto volume e successivamente è stato ripubblicato dalla Star Comics.

Prima di parlarvi della trama, ecco le altre recensioni che potete trovare sul nostro sito:



Arrivare a te - Trama

La protagonista di questa storia è Sawako Kuronuma, che viene chiamata da tutti i suoi compagni di scuola “Sadako” (il nome giapponese della bambina del film The Ring). A causa del suo aspetto è sempre stata incompresa e circolano voci  che possa vedere i fantasmi e che le persone che la guardano negli occhi per più di tre secondi siano maledette.

Queste sono ovviamente delle dicerie, Sawako (che significa "dolce bambina") è una ragazza molto timida e sensibile, benché venga ignorata da tutti, lei continua a tentare di farsi degli amici, senza però avere molto successo. Quando Shōta Kazehaya, il ragazzo più popolare dell’istituto, comincia a parlarle, per lei inizia un periodo di cambiamenti: fa amicizia con Ayane Yano e Chizuru Yoshida, conosce altre persone e stringe forti legami di amicizia. Inoltre, scopre anche cosa vuol dire essere innamorata!

Uno sguardo approfondito

La trama di Arrivare a te, è una classica storia in stile Shōjo, che siamo abituati a vedere, e per molti queste storie d’amore potrebbero essere scontate. Il perno centrale di tutto il racconto è quello di utilizzare come modus operandi le incomprensioni per far sviluppare l'intera trama. Sawako ad esempio, viene scambiata praticamente per una strega, solo per il suo aspetto fisico e si rivela poi essere una ragazza dolcissima e timidissima.

Si può notare, andando avanti con i capitoli che Karuho Shiina ha voluto rappresentare, attraverso i personaggi, alcune tipologie di persone e di situazioni sentimentali. Troviamo così la persona che non riesce a legarsi fino in fondo ad un’altra per paura di soffrire, quella che non riesce ad esprimere i propri sentimenti e non capisce cosa vuole veramente; per ultimo, ma non meno importante, troviamo la classica situazione romantica dove due persone si conoscono, si piacciono e si fidanzano, anche se inizialmente nessuno dei due svela i propri sentimenti per paura di un rifiuto.

Cosa ne pensiamo

Kimi ni Todoke è riuscito dove molte opere hanno fallito, ossia ad incuriosirmi già dal primo volume. C’è la giusta dose di situazioni romantiche e scene comiche, che compaiono anche quando i discorsi si fanno più seri, spezzando quella “tensione” se così possiamo definirla. Tutti i personaggi che fanno parte di questo mondo hanno una profondità e la mangaka è riuscita egregiamente a rappresentare tutti quei problemi che un adolescente può incontrare sul suo cammino.

Sfido chiunque voglia leggere questo manga a non trovare almeno una situazione in cui non si è trovato nel suo periodo adolescenziale! I temi trattati in tutto l’arco narrativo mi sono piaciuti, specialmente nei volumi finali, dove i ragazzi sono messi davanti ad una domanda fondamentale: “Cosa farò dopo la scuola?”.

Dove acquistarlo

Editore
Shūeisha
Editore in Italia
Star Comics
Autori
Karuho Shiina

Nazionalità:
Giapponese
Numero volumi:
30
Data pubblicazione:
01/01/2006
Data pubblicazione in Italia:
03/10/2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *