La ricompensa del gatto

Per le recensioni settimanali, oggi andremo a vedere più da vicino il film dello Studio Ghibli

Terminata

Video Come vederlo

Per la nostra recensione anime settimanale oggi andremo ad analizzare: La ricompensa del gatto, un'opera d'animazione prodotta da una delle case di produzioni anime più famosa al mondo, parliamo infatti dello Studio Ghibli. L'opera è stata supervisionata dal regista e animatore Hiroyuki Morita, famoso per aver collaborato alla produzione di titoli importanti quali: KikiConsegne a domicilio, Akira, Perfect Blue e tanti altri, ed infine rilasciata sul territorio giapponese nel 2002.

In Italia il titolo non arrivò così presto come si sperava, esso infatti dopo esser stato mostrato per la prima volta durante il Future Film Festival nel 2005 in lingua originale e con i sottotitoli in italiano, e stato poi rilasciato successivamente nel 2016 doppiato italiano grazie alla distribuzione avvenuta da Lucky Red, e attualmente disponibile grazie alla nota piattaforma di streaming: Netflix.

Prima di iniziare a raccontarvi la trama, potete dare un'occhiata alle nostre precedenti recensioni:

La trama de La ricompensa del gatto



Haru è una ragazzina goffa e timida, perennemente in ritardo a scuola. Un giorno salva la vita a un gatto che sta per essere investito da un camion: questo si alza su due zampe e la ringrazia in un perfetto giapponese. Da quel momento la vita di Haru non sarà più la stessa: il Regno dei Gatti, in debito con lei, le propone di divenire sposa del loro Principe. Haru è spaventata e incuriosita ma, prima di essere rapita, Haru si rivolge ai misteriosi felini Baron e Muta in cerca di aiuto

Sguardo approfondito

Tutti coloro che hanno avuto l'opportunità di visionare I sospiri del mio cuore, opera dello stesso Studio Ghibli, avranno sicuramente considerato la presenza di due figure secondarie quali il Barone Humbert Von Gikkingen e Muta, figure che all'interno di questa nuova storia diventano elementi fondamentali per il proseguo dell'avventura di Haru. L'anime risulta essere ben realizzato sia dal punto di vista grafico che sonoro.

Le animazioni con il quale sono stati realizzati i gatti sono davvero buffe, sembra proprio di vedere delle persone che si cimentano ad imitare un gatto in tutto e per tutto. La trama è molto semplice e per lo più fiabesca; la stravaganza con il quale tutto viene dato per scontato è un qualcosa di surreale ma che allo stesso tempo di porta ad apprezzare la facilità con il quale la protagonista riesca senza problemi a parlare con gatti ben vestiti e corvi con problemi di vista.

Cosa ne pensiamo dell'opera

Per concludere, il lavoro svolto da Hiroyuki Morita è eccelso. La ricompensa del gatto è un anime da guardare sia in momenti di pausa brevi, visto che la durata del film è di circa 75 minuti, sia in compagnia con amici per farsi qualche risata. I vari personaggi, come già detto prima riescono ad interconnettersi tra di loro senza nessun sbalzo di trama, questo ci permette di osservare una opera dinamica e fluida sotto tutti i punti di vista.

L'anime in sé sembra in parte uno spin-off del I sospiri del mio cuore, e dopo aver visto il finale del medesimo una domanda mi è sorta spontanea: E se La ricompensa del gatto è in tutto e per tutto, il seguito del I sospiri del cuore?; vista la vocazione della protagonista a voler diventare una scrittrice di romanzi non mi stupirebbe scoprire che questa sia in parte una sua opera. Ma adesso tocca a voi, fateci sapere se la pensate allo stesso modo con un commento.

Editore
Studio Ghibli
Produzione
Studio Ghibli

IT Messa in onda in Italia:
10/02/2016

Stagioni 1 - Terminata


Durata Episodi

75 minuti
Come vederlo
In streaming
Logo Netflix
Netflix ND

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *