Deprecated: wp_make_content_images_responsive è deprecata dalla versione 5.5.0! Al suo posto utilizza wp_filter_content_tags(). in /home/customer/www/otakunewsworld.com/public_html/wp-includes/functions.php on line 5083

La collina dei papaveri

In questa recensione vedremo più da vicino La collina dei papaveri, opera diretta da Gorō Miyazaki e prodotta dallo Studio Ghibli

Terminata

Video Come vederlo Dove acquistarlo

Questa sera per la nostra recensione anime settimanale parleremo di Kokurikozaka kara, più comunemente conosciuta come La collina dei papaveri. L'opera è stata tratta da una serie di manga composta da due volumi rilasciata per la prima volta, e unicamente in Giappone, nell'ormai lontano 1980.

Il film d'animazione uscito in tutte le sale cinematografiche giapponesi il 16 luglio 11, è stato distribuito dalla Toho, prodotto dall'ormai famosissimo Studio Ghibli ed infine diretto da Gorō Miyazaki, figlio del famosissimo regista d'animazione giapponese Hayao Miyazaki.

L'arrivo in Italia avvenne grazie al lavoro svolto da Lucky Red che si è occupata di distribuirlo nelle sale e di doppiarlo in italiano; l'opera completa venne rilasciata nei cinema di tutta Italia in un'unica data il 6 novembre 2012, e un mese dopo esatto fu rilasciata l'edizione DVD e Blu-Ray.

Prima di proseguire con l'analisi della trama, volevo ricordarvi che attraverso i link sottostanti è possibile dare un'occhiata alle altre recensioni anime presenti all'interno del sito:

La trama de La collina dei papaveri

Ambientato a Yokohama nel 1963, un anno prima delle olimpiadi di



Tokyo del 1964, La collina dei papaveri è una storia d’amore i cui personaggi sono studenti delle scuole superiori chiamati ad essere la “prima generazione” di un “Nuovo Giappone”.

Dal momento che il Paese comincia ad uscire dalla devastazione causata dalla Seconda Guerra Mondiale, la nuova generazione lotta per costruire un futuro migliore, cercando però di non perdere i legami col passato che li ha resi ciò che sono oggi.

Costretta a crescere senza il padre e con una madre sempre assente, Umi si destreggia abilmente tra lo studio e l'attività lavorativa della famiglia. La protesta contro l'abbattimento di un dormitorio scolastico collega la vita della giovane a quella del compagno Shun, ma ben presto i due amici scoprono di essere legati da un remoto segreto.

Sguardo approfondito

La collina dei papaveri è un opera che segna la crescente qualità e professionalità di Gorō Miyazaki, il noto regista già famoso per "I Racconti di Terramare" torna a farsi carico di una responsabilità non da poco e lo fa mettendo tutto se stesso.

L'opera viene su in maniera egregia, gli scenari vario pinti permettono a chi lo guarda di immergersi all'interno di un Giappone ormai inesistente, un Giappone che forse è possibile ritrovare solo in piccoli paeselli di campagna dove la natura e la semplicità sovrastano incontrastati.

Una delle maggiori note di merito va data alla colonna sonora, che viene ideata dal noto compositore giapponese Satoshi Takebe con l'ausilio della formidabile Aoi Teshima con il quale vengono prodotte ben 3 canzoni presenti nell'opera: Breakfast Song, In the Days of First Love e Prom up on Poppy Hill.

Seppur con tematiche all'apparenza basilari, La collina dei papaveri racchiude dei concetti vissuti realmente dai giovani di quell'epoca; ritrovarsi ad essere la nuova generazione di uno dei paesi che da li a poco sarebbe diventato il più importante al mondo non è da poco, e chiederlo di farlo a dei giovani di 15 non è da meno.

Questo elemento a mio avviso rimane quello principale, quello che può senza problemi mettere in disparte perfino la relazione tra i nostri due protagonisti.

Questo perché l'opera ci fa capire quanto è dura da parte dei giovani riuscire ad imporre le nuove idee all'interno di un sistema, composto principalmente da persone adulte che hanno vissuto un'epoca totalmente differente dalla nostra, e che quindi la ragione in tutt'altro modo rispetto a come si sta evolvendo il mondo attorno a noi.

Cosa ne pensiamo de La collina dei papaveri

In definitiva, La collina dei papaveri è uno di quei film che consigliamo ad un pubblico che può essere composto da grandi e piccini. Esso oltre a narrare una splendida storia d'amore e varie tematiche familiare, può perfino fungere da monito tra la nuova e la vecchia generazione.

Dove acquistarlo

Editore
Toho
Produzione
Lucky Red

Messa in onda:
16/07/2011
IT Messa in onda in Italia:
06/11/2012

Stagioni 1 - Terminata

Come vederlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *