Bugie d’aprile – Shigatsu wa kimi no Uso

Musica, amicizia e amore si intrecciano in questa dolcissima serie animata

Terminata

Video Dove acquistarlo

Per la nostra consueta recensione anime del sabato sera, andiamo a parlare e vedere più nel dettaglio la serie di Bugie d'aprile, titolo tradotto dall'originale Shigatsu wa kimi no Uso.

L'opera nasce come serie manga scritta e disegnata da Naoshi Arakawa e serializzato sulla rivista Monthly Shōnen Magazine di proprietà della casa editrice Kōdansha, dal 6 aprile 2011 al 6 febbraio 2015.

L'adattamento anime di cui andremo a parlare oggi, è stato prodotto dallo studio d'animazione A-1 Picture (Sword Art Online, Ano Hana, Darling in The FranXX, per citare alcuni dei loro prodotti) ed è stato trasmesso in Giappone su Fuji TV, all'interno del contenitore noitaminA tra  il 9 ottobre 2014 e il 19 marzo 2015.

Successivamente venne anche creato un film live action basato sulla serie, prodotta dalla Toho e uscito in Giappone nel 2016 (settembre). In Italia il manga, composto da un totale di 11 volumi, è stato editato dalla Star Comics



.

Prima di parlare della trama, vi ricordiamo che sul nostro sito potete trovare altre interessanti recensione anime come ad esempio:

La trama di Bugie d'aprile

La storia vede come protagonista Kōsei Arima, un prodigio del pianoforte molto famoso tra tutti gli altri musicisti di giovane età.

Dopo la morte della madre, che era stata anche la sua severa insegnante di musica, subì un forte trauma psicologico che lo portò a non sentire più il suono del pianoforte, anche se l’udito era perfettamente funzionante.

Kōsei, trascorre normalmente le sue giornate in compagnia dei suoi due migliori amici Tsubaki e Watari, finché un giorno una ragazza, Kaori Miyazono, riesce a cambiargli la vita in modo del tutto inaspettato.

Sguardo approfondito

Cosa ne pensiamo di Shigatsu wa kimi no Uso

 

Dove acquistarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.