One Piece: Top 7 Villain femminili

per la nostra rubrica delle classifiche, oggi ci addentriamo nel popolare manga One Piece, analizzando i personaggi femminili malvagi dell'opera

Bentornati nella nostra rubrica che stilla classifiche relative al mondo degli anime e dei manga. Quest'oggi ci concentriamo su One Piece, l'enorme opera di Eiichiro Oda, andando ad analizzare i migliori 5 personaggi femminili malvagi all'interno dell'opera.

La classifica non sarà solo in base alla mera forza fisica, ma anche e soprattutto in base all'importanza e al fascino che questi personaggi rivestono all'interno del manga.

Per cui verranno tralasciati personaggi forti (forse anche più forti di quelli inseriti) ma che non hanno avuto un grande impatto come Katarina Devon o Jewelry Bonney.

Prima di proseguire come al solito vi invitiamo a dare un occhiata alle altre interessanti classifiche pubblicate sul nostro sito :

7 – Alvida

alvida

Ci perdonerete se probabilmente ci sono personaggi femminili malvagi più potenti, ma non potevamo non inserire il primissimo villain che appare nella saga di One Piece. il primo vero combattimento a cui assistiamo è proprio tra il gommoso protagonista e questa affascinante piratessa.

Beh in realtà nella sua prima apparizione non è proprio affascinante come nella foto, ma bassa tarchiata e diciamo pure non proprio attraente.

Il suo cambiamento d'aspetto è dovuto all'ingestione del frutto swish-swish, ma la sua vanità è sempre stata alta anche quando era di aspetto un po' meno... gradevole.

Oda infatti ha dichiarato scherzosamente che l'unica cosa che mancava sulla nave della prima versione di Alvida era uno specchio.

6 – Monet

Monet

Dal primo villain femminile ad apparire nella storia passiamo ad un personaggio che ha un primato un tantino più triste: il primo personaggio donna a morire nell'opera (eccetto i flashback).

Sì, perché Eichiro Oda si sa non ama molto far fuori i propri personaggi, sia buoni che cattivi ma a Monet ha riservato il più triste dei destini, la morte per mano tra l'altro di un altro personaggio dalle tinte verdi, ovvero Zoro.

Monet però per qualche motivo ha fatto breccia nel cuore dei fan ed ogni tanto qualche teoria la vorrebbe per viva e coinvolta ancora nelle vicende dei mugiwara.

Con buona pace delle teorie un po' strampalate dei fan, questa affascinante arpia (la maglia happy è un gioco di parole perché sia in giapponese che in inglese happy e harpy si somigliano molto) è stata sconfitta e uccisa da Zoro a Punk Hazard.

Zoro tra l'altro la affronta dopo che quest'ultima stava mettendo in pericolo la vita di un altra affascinante donzella, Tashigi. Insomma Zoro beato tra le donne. Peccato che lo vogliano ammazzare entrambe.

5 – Sugar

Sugar

Salendo nella classifica rimaniamo in famiglia; si perché parliamo di Sugar, la sorellina minore di Monet. Non fatevi ingannare dall'aspetto fanciullesco ed innocente, non solo ha ventuno anni suonati, ma è anche uno dei personaggi più malvagi di tutta l'opera.

Il piano di Do Flamingo infatti di regnare su Dressrosa non sarebbe mai potuto andare in porto se non ci fosse stata lei e il suo potere, dato dal frutto hobby-hobby, di trasformare le persone in giocattoli.

La cosa più spaventosa non è solamente il fatto che le persone vengano trasformate in giocattoli, ma la loro esistenza viene rimossa completamente dalla memoria di chiunque altro. Immaginate se fosse riuscita a trasformare i mugiwara.

Un destino peggiore della morte è sicuramente quello della damnatio memoriae. Menomale che ci ha pensato Usopp a farla svenire in modo da annullare gli effetti dei suoi poteri, e smascherare così i piani di Do Flamingo.

4 – Smoothie

Per essere uno dei personaggi femminili con la taglia più alta, sicuramente ci si aspettava qualcosa di più da una delle figlie di Big Mom. La posizione è basata sulla fiducia, perché il potenziale di questa donna sembra enorme, anche se non l'abbiamo ancora visto espresso.

Dopotutto Whole Cake Island è stata una saga particolare, era una missione di salvataggio; l'obiettivo non era sconfiggere Big Mom e i suoi, ma salvare



Sanji, per cui la scelta da parte di Oda è stata quella di evitare il più possibile combattimenti uno contro uno, come è sempre avvenuto e come sta avvenendo ancora, per esempio, a Wano.

Tranne lo scontro Rufy-Katakuri, il resto della saga è formato da scontri brevi e tentativi di fuga, ma comunque nei brevi momenti in cui abbiamo visto Smoothie in azione ha sicuramente dimostrato di poter valere i 932(!) milioni di Berry che pendono sulla sua testa.

Tra l'altro un personaggio praticamente vegano (Smoothie adora i frullati e odia la carne) già solo per questo può essere considerato un "nemico" del nostro protagonista, che invece ricarica le proprie batterie con quintali di carne.

3 – Ulti

Ulti

Saliamo nella classifica e ci avviciniamo anche all'arco temporale in corso. Ulti è una tobi roppo, ovvero fa parte delle sei "bestie volanti" al servizio di Kaido. Nella gerarchia dell'esercitò dell'uomo più potente di one piece attualmente, i tobi roppo si trovano subito al di sotto delle 3 calamità, Jack, Queen e King, il che fa capire quanto non siano da sottovalutare.

Lo stesso Rufy riferendosi a Ulti ammette di averla sottovalutata durante il loro scontro.

Memorabile è la scena nella quale ulti colpisce Tama, attirandosi le ire funeste di Nami (fino a quel momento pronta a scappare) ma soprattutto e inaspettatamente di Big Mom, che aveva preso Tama sotto la sua protezione.

Non proprio la più furba delle mosse quella di colpire in pieno volto una bambina di otto anni. Come conseguenze è ovvio che poi sarai odiata anche dal papa.

Comunque un personaggio sicuramente affascinante, che può trasformarsi in un pachicefalosauro. A meno che non ci sia tra i lettori di one piece qualche paleontologo, credo che il buon Oda Sensei ci abbia insegnato l'esistenza di questa specie di dinosauri.

Questa razza aveva una conformazione della testa particolarmente oblunga e resistente, motivo per cui ulti combatte praticamente a testate. Un gran bel potere dato dal frutto Zidane-Zidan...ehm dino-dino.

2 – Black Maria

Black maria

Da un tobi roppo ad un altro, dalla donna dinosauro alla donna ragno. Black Maria è sicuramente un personaggio che colpisce subito il lettore. Prima in positivo per la sua straordinaria bellezza. Poi un po' meno quando la vedono trasformata in ragno.

E proprio come i ragni non combatte con la forza, ma con l'astuzia, intrappola il suo nemico nella sua ragnatela, fisica e di inganni. Personaggio sadico che non si limita a uccidere le sue vittime, ma le tortura sia fisicamente che psicologicamente.

(S)Fortunatamente trova pane per i suoi denti poiché il suo ultimo avversario è niente meno che Nico Robin, che è l'ultima persona che ci si può aspettare di battere in fatto di astuzia.

Il combattimento Nico Robin vs Black Maria è stato sicuramente una delle sfide tra le menti più astute (e i corpi più belli) di tutto il manga. Ha messo a nudo tutta l'abilità di Oda nel saper gestire personaggi femminili e dalla mente brillante.

E pazienza se non ha messo a nudo anche qualche altra cosa, ce ne faremo una ragione.

1 – Big Mom

big mom

Per imponenza, per importanza, per personalità non poteva che essere lei al primo posto di questa speciale classifica. Abbiamo aperto con una donna che da non proprio desiderabile (per non dire racchia, che poi sembra brutto) è diventata miss universo.

Chiudiamo invece con una donna che ha fatto il percorso diametralmente inverso. la Big Mom ventenne avrebbe fatto salire la libido anche a Rufy (che non si smuove neanche con le avances di Boa Hancok).

Come direbbe Aldo Baglio "miii che tracollo che ha avuto". Purtroppo capita con l'età e ottantaquattro figli di perdere un po' di fascino, ma quello che la mammona di certo non ha perso è il potere.

Big Mom sarebbe prima in quasi tutte le classifiche che riguardano One Piece. Dopotutto è una degli imperatori, ha un regno composto interamente dalla sua famiglia e costruito con frammenti della sua anima.

E poi è forte, incredibilmente forte. Fino a Whole Cake Island non c'era stato nessun villain che non dava l'impressione di poter essere sconfitto dal nostro eroe di gomma. Invece Big Mom rappresentava un elemento così insormontabile che l'unica soluzione è stata la fuga.

Fino ad allora i cattivi protagonisti di ogni saga erano sempre stati affrontati e sconfitti. Ma Big Mom è troppo. Ora si trova a Wano, e insieme a Kaido rappresentano veramente una coppia insormontabile.
Vedremo come Oda riuscirà a gestire la sua ingombrante (in tutti i sensi) presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *