Manga e Anime: il sottogenere Ecchi ed Hentai

Tutto quello che c'è da sapere sul sottogenere Ecchi e quello Hentai

Bentornati a questo nuovo appuntamento per parlare in maniera più approfondita dei vari sottogeneri che vengono utilizzati (insieme ai generi principali) per classificare tutte le varie opere anime e manga. Nel nostro precedente articolo, che potete trovare a questo link, abbiamo parlato del sottogenere Mecha, che come ormai saprete viene usato per classificare quelle opere che hanno come personaggio principale un Robot.

Come da titolo, questa volta ci occuperemo del sottogenere Ecchi, anche se dobbiamo fare una piccola precisazione: Hentai ed Ecchi possono essere raggruppati nello stesso sottogenere, perché la differenza di questi due generi sta nel fatto che gli Ecchi sono anime o manga con un significato di erotico, mentre gli hentai sono quelli con un contenuto pornografico.

Prima di iniziare, vi ricordiamo che sul nostro sito troverete anche gli articoli dedicati a tutti i generi principali:

Il termine Ecchi e Hentai

Esistono molte versioni sulla nascita del nome Ecchi, però quella più accreditata è che provenga dalla pronuncia inglese della consonante “H” e che sia un sinonimo di Eros. Negli ultimi anni questo termine è stato sempre più accostato al fan service, la gag più comune è quella in cui la testa di uno dei personaggi maschili va a finire tra i seni di un personaggio femminile e che viene solitamente utilizzata nel primo incontro tra i due.

Una delle caratteristiche del sottogenere ecchi è quella di enfatizzare le parti del corpo femminili, che solitamente è accompagnato da un abbigliamento provocante e modi di fare che risultano essere abbastanza spinti.

Il livello di nudità può variare tra le diverse opere, anche in base alle scelte dell’autore o pensando al tipo di pubblicato a cui sono destinate. La cosa importante da ricordare è che nelle opere ecchi, i capezzoli e i genitali rimangono avvolti dal fumo o dalla nebbia, coperti da un ramo o dai capelli, o anche da un gioco di luci che ritroviamo spesso in opere come To 



Love-Ru.

Dopo questo sguardo approfondito sugli Ecchi, spostiamo l’attenzione sull’altro argomento principale di questo articolo: gli Hentai. Il termine, viene utilizzato soprattutto con il significato di “sessualmente perverso” ed è usato in un contesto negativo, visto che indica forme di perversione sessuale. Il genere può essere diviso in precise categorie:

  • Hentai anime
  • Hentai manga
  • Eroge
  • H game

Gli Eroge, non sono altro che videogiochi con riferimenti sessuali, mentre gli H game, sono quei videogiochi con riferimenti sessuali espliciti.

L’Hentai, è una forma d’arte che permette l’uso di scene che possono essere completamente distaccate dalla realtà e dai valori “normali” della società. Come forma di espressione di fantasie sessuali, tutte le rappresentazioni di questo genere, possono includere alcune cose che sono inaccettabili per una società e contrarie alle comuni norme sociali; non è raro inoltre, che alcune fantasie vengano portate all’estremo.

Altro termine che può essere utilizzato per indicare questo sottogenere è: Seijiin Manga, che viene tradotto come: manga per adulti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *