Digimon

Siamo ritornati in questo nuovo appuntamento con la rubrica Otaku Lovers, per parlare di un anime andato in onda su mamma RAI agli inizi del 2000: Digimon!

Nel 1999 fu prodotto il primo film dei Digimon che venne proiettato nei cinema giapponesi. Inizialmente, Digimon Adventure doveva essere solamente un film breve, ma ci fu un enorme richiesta che voleva i Digimon come una show televisivo per bambini.

E cosi sempre nello stesso anno, andò in onda la prima serie dei Digimon, che prese lo stesso nome del film.

Il franchise non comprende solo anime e manga ma anche giocattoli, videogiochi, carte collezionabile e altro ancora! Per festeggiare il ventesimo anniversario dell’anime, in Giappone è stato aperto un ristorante dedicato ai piccoli mostriciattoli digitali.

Prima di incominciare, ricordiamo che  nella rubrica "Otaku Lovers" abbiamo parlato di altre serie storiche, come ad esempio:

Va precisato che ogni serie Digimon ha una trama che non segue quella della prima serie e abbiamo deciso in questo articolo di parlare principalmente della serie storica per quanto riguarda la trama.

La trama di Digimon

La trama è incentrata su un gruppo di sette ragazzi, che mentre si trovavano al campo estivo, si ritrovano improvvisamente a Digiworld; qui scoprono di essere i Digiprescelti e il loro compito è quello di salvare sia il mondo digitale che quello reale!

Ad ogni bambino viene consegnato un Digivice, ognuno dei quali aveva selezionato il proprio “prescelto”, trasportandolo a Digiworld e forma un legame speciale con il proprio Digimon che diverrà il suo partner:  Tai ad esempio è in coppia con Agumon, mentre Matt



ha come Digimon partner Gabumon.

Il gruppo dei Digiprescelti era composto da: Tai Yagami, Matt Ishida, Sora Takenouchi, Izzy Izumi, Mimi Tachikawa, Joe Kido e TK Takaishi, fratellino di Matt.

Successivamente, durante lo svolgersi della serie, un ottavo bambino si aggiunge al gruppo: si tratta di Kari Yagami, sorella minore di Tai.

Dopo che il gruppo si riunisce con l’ottavo digiprescelto, tornano a Digiworld per affrontare i Padroni delle tenebre e infine Apokarimon, l’ultimo antagonista di questa serie.

L'anime in Italia

La prima serie di Digimon venne tramessa in Italia a partire dal 4 settembre 2022 sul canale televisivo Rai 2.

Vennero trasmessi tutti i 54 episodi della serie, anche se alcuni di questi subirono delle censure; il primo episodio fu visto da 758.000 spettatori.

Al termine della prima serie la Rai trasmise anche la seconda, terza e quarta serie, però quest'ultime due serie non ebbero lo stesso successo delle prime. Visto il basso hype la serie non venne più trasmessa per diversi anni ma nel 2013 Rai annuncia il ritorno dei Digimon in TV!

Viene mandata in onda la sesta serie "Digimon Fusion Battles", la messa in onda non ebbe un buon proseguo e così venne sospesa, per poi essere ripresa e completata sul canale Rai Gulp.

Digimon: differenze con il brand dei Pokémon

Prima di tutto partiamo analizzando il nome del brand:

Digimon è l’abbreviazione di Digital Monsters, che vivono in un universo parallelo al nostro, chiamato Digiworld che si venne a creare dalle varie reti di comunicazione presenti sulla terra. Sono in parte ispirati ai Tamagotchi, il famosissimo gioco lanciato dalla Bandai.

I Digimon nascono dalle “Digiuova” e attraverso laDigievoluzione riescono a trasformarsi e oltre a cambiare il loro aspetto, diventano più forti.

La differenza più evidente rispetto ai Pokémon è una volta digievoluti questi mostri digitali possono tornare alla loro forma precedente dopo una battaglia oppure se sono troppo stanchi.

Alcuni di essi, possono essere considerati selvatici e sono per lo più feroci. La maggior parte però possiede una propria intelligenza e riescono anche a parlare la lingua umana.

Riuscirebbero a evolversi autonomamente ma con l’uso del Digivice (strumento in possesso dei loro partner umani) l’evoluzione è facilità e avviene in tempi più rapidi. Esistono inoltre anche alcuni oggetti che, come nella prima stagione, aiutano i Digimon ad evolversi negli stadi di Super evoluzione e Mega evoluzione.

Altra cosa importante che caratterizza queste creature, è che nel loro ciclo vitale è previsto di invecchiare, ma non muoiono mai per cause naturali essendo fatti di dati riconfigurabili! Se un Digimon subisce un colpo fatale, questi si dissolverà in infinitesimali bit che successivamente si ricomporranno per creare un uovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.